Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

Google Translate by Lcamedia

Author Site Reviewresults

                                                                                                           Mistretta, 3 maggio 2017     

Cari amici, referenti, soci, ex soci e simpatizzanti

Poiché sono convinta che una corretta informazione sia un diritto di chiunque, ma soprattutto di chi con generosità d’animo ha messo a disposizione il proprio prezioso tempo per il perseguimento di una comune causa, cercherò con questa lettera di fare chiarezza una volta per tutte.

Tengo però a precisare che il mio dire sarà basato esclusivamente sui fatti e non sulle persone e volto solo a ristabilire la verità.

I membri della famiglia AISACSISCO non erano certo accomunati da vincoli di legge o di sangue, ma da legami speciali che, per la condivisione della malattia, li facevano sentire vicini nonostante la distanza geografica. La peculiarità comune a tutti i soci era costituita non solo dai valori che per scelta avevano messo al centro del gruppo solidale e che sono riassunti nell’art. 4 dello Statuto, ma anche dal rispetto, dal sostegno emotivo, dal sentirsi in dovere di esserci con la condivisione di esperienze e le testimonianze.

Improvvisamente e inspiegabilmente, ad opera di colei che per anni era stata l’anima dell’associazione, è stata minata l’unione e l’armonia tra i soci.

Con diverse deleghe carpite a molti soci in buona fede, nel corso dell’assemblea sociale del 23 aprile 2016 è stato eletto il Comitato Direttivo che ha preceduto quello attualmente in carica.

Purtroppo, questo Comitato ha da subito incontrato grandi difficoltà per i problemi e le incomprensioni che sono nati tra i suoi membri che hanno finito per paralizzarne l’attività.

Sin dalle prime riunioni si sono registrate dimissioni di componenti, fino ad arrivare a quelle di massa e perfino a quelle dello stesso presidente. 

A questo punto sono stata contattata da alcuni membri del Direttivo uscente ed insieme, di fronte alle due possibili soluzioni (l’elezione di un nuovo Comitato Direttivo o la fine dell’associazione), per non buttare alle ortiche dieci anni di lavoro, abbiamo scelto la soluzione della continuità. 

Mettendoci ancora una volta la faccia, all’assemblea sociale del 25 Febbraio 2017 abbiamo presentato le nostre candidature e siamo stati eletti.

Il nuovo Comitato Direttivo di AISACSISCO ONLUS si è assunto la responsabilità di diventare la guida provvisoria della nostra associazione che io ho sempre pensato “FAMIGLIA” e che per la seconda volta non ho voluto venisse devastata, così da non dover mai dire:

C’ERA UNA VOLTA LA FAMIGLIA AISACSISCO.

Ribadisco, anche in questa seconda lettera, che questo non è altro che un Comitato Direttivo provvisorio non essendo l’espressione della maggioranza dei soci.

A breve verrà indetta a Roma una riunione sociale per l’elezione di un nuovo Direttivo.

A conclusione dell’assemblea, per un saluto al neo-eletto Comitato Direttivo ed ai soci presenti, interverrà il dott. Royo.

I dettagli saranno resi noti con una nota successiva.

Con rammarico, però, ho dovuto registrare numerose defezioni di referenti e soci, molte delle quali dovute all’incredibile e scorretto loro trasferimento eseguito d’imperio dai coniugi D. dal profilo facebook dell’associazione a quello creato da loro nonché alle chiacchiere malevoli.

In questo difficile momento della esistenza di AISACSISCO non ci rimane altro che ritrovare la nostra identità per intraprendere nuovamente il percorso iniziato anni fa con grande entusiasmo, ma per continuare il nostro progetto c’è bisogno di voi, del vostro sostegno e delle vostre iscrizioni, che potrete effettuare con le consuete modalità (versamento di € 20,00 sul C/C bancario Iban IT 14 Z 02008 82300 000101004067).

Certa che, con le adesioni ed il sostegno che darete all’associazione, verrà superato questo clima di generale diffidenza, invio i miei

                                                                                               cordiali saluti

Marisa Toscano